17.8.14

My Sugar Is Raw on Tour: Casina Montana - Salento














This year we spent the long-awaited summer holidays in Salento. In choosing the ideal accommodation we came across the B&B Casina Montana in Corigliano d'Otranto. The positive reviews and the strategic location, a thirty-minute drive from both coasts and from the main cities such as Lecce, Gallipoli and Otranto, prompted us to make it our base for the holidays. When arrived, we were greeted by the owners, Lina and Leo, and we found ourselves in a completely renovated traditional farmhouse nestled in a beautiful and paceful countryside. The rooms overlook a beautiful garden, very well maintened. Our room was impeccable and overlooked a very pleasant cool and shaded pergola under which we happened very often to have our dinner.

Before booking we contacted the owners indicating the presence of a vegan and a vegetarian. We were told that there was no problem and that they will do anything possible to accomodate our needs. And so it was: the breakfasts were all, from first to last day, just wonderful. Every morning we found waiting for us on the table fresh and dried figs, homemade jams, homemade bread, fresh fruit, cereals, soy milk and soy yogurt: the perfect ingredients for a rich and healthy vegan breakfast. Add to all this all the cakes Leo cooked like the tomato and onion calzone, the focaccia barese or the pie with vegetables, all prepared with flour, oil, water and salt. If you're with some vegetarians and omnivores, no one will be disappointed because every morning Leo also churned pies, donuts, plum cakes and sweets as the pasticciotto, which were really tempting to all guests.

The breakfast quickly became a must and we soon set aside our first idea of skipping it every so often to get to the sea in the early hours of the morning. Lina and Leo were really special hosts, always ready to suggest the most interesting events and the best beaches, attentive to detail and willing to meet every request. We felt as family from the very first day, and at the time of departure it was a little like saying farewell to friends. For our next summer in Salento we'll surely come back here.


///

Quest’anno le tanto attese vacanze estive le abbiamo passate in Salento. Nello scegliere la sistemazione ideale ci siamo imbattuti nel bed & breakfast Casina Montana a Corigliano d’Otranto. Le recensioni positive e la posizione strategica, a trenta minuti circa di macchina da entrambe le coste e dai centri principali come Lecce, Gallipoli e Otranto, ci hanno spinto a farne la nostra base per le vacanze. Giunti a destinazione, siamo stati accolti dai proprietari, Lina e Leo, e ci siamo ritrovati in una masseria tradizionale completamente ristrutturata immersa in una campagna bella e tranquilla. Le camere si affacciano su un bellissimo giardino, molto curato. La nostra, peraltro impeccabile, si affacciava su un pergolato fresco e ombreggiato molto piacevole sotto il quale ci è capitato molto spesso di cenare al sacco.

Prima di prenotare avevamo contattato i proprietari segnalando la presenza di un vegano e di un vegetariano. Ci hanno risposto che non c’era nessun problema e che avrebbero tenuto conto delle nostre necessità. E così è stato: le colazioni sono state tutte, dalla prima all’ultima, semplicemente meravigliose. Ogni mattina trovavamo ad aspettarci sul tavolo fichi freschi e secchi, confetture fatte in casa, pane casereccio,  frutta fresca, cereali, latte e yogurt di soia: gli ingredienti perfetti per una colazione vegana ricca e sana. A tutto questo si aggiungevano le torte salate di Leo come il calzone di pomodoro e cipolle, la focaccia barese o la torta alle verdure, tutte preparate con farina, olio, acqua e sale. 
Se in compagnia di vegetariani e onnivori, nessuno rimarrà deluso perché ogni mattina Leo sfornava anche crostate, ciambelle, plumcake e dolci tipici come il pasticciotto, che facevano davvero gola a tutti gli ospiti.

La colazione è diventata subito un appuntamento irrinunciabile e abbiamo ben presto accantonato la nostra prima idea di saltarla ogni tanto per arrivare al mare nelle prime ore della mattina. Lina e Leo sono stati dei padroni di casa davvero speciali, sempre pronti a suggerire gli eventi più interessanti e le spiagge migliori, attenti ai dettagli e pronti a venire incontro ad ogni richiesta. Ci siamo sentiti fin dal primo giorno come persone di casa, e al momento della partenza è stato un po' come salutare degli amici.
Per la prossima vacanza in Salento vogliamo tornare qui.













20.7.14

Lupin Hummus & Hemp Seed Crackers

Often advertising tries to convince us that we do not have time to cook, and that the only way to avoid wastes of time is to buy processed food. It's not true! With this simple recipe you will see how cooking good whole grain spelt crackers and  fresh lupin hummus is easy and fast.

Lupin Hummus & Hemp Seed Crackers
Ingredients
Crackers
  • 1cup whole spelt flour
  • 2 tablespoons hemp flour
  • 2 tablespoons  shelled hemp seeds
  • 1 tablespoon toasted sesam seeds
  • 1/2 teaspoon sea salt
  • 1/2 teaspoon baking soda
  • 1/2 cup water
Hummus
  • 1 cup shelled lupins
  • juice of half a lemon
  • 2 tablespoons extra virgin oil
  • 5/6 fresh basil leaves

Preparation
Crackers
  • In a large bowl combine all dry ingredients and mix well. Add water and knead until you get a ball of dough.
  • Roll out the dough with a rolling pin.
  • Use a round pastry cutter (2,9 inches wide) to cut out the crackers. You will get about 25 pieces.
  • Arrange them in the baking pan with parchment paper and bake for about 20 minutes at 356°F. After ten minutes open the oven an quickly flip the crackers.

Hummus
  • Place all ingredients in a blender and blend until mixture is smooth. If necessary add a tablespoon of water to make the mixture smoother.











///
Spesso il mondo della pubblicità cerca di convincerci che non abbiamo tempo per cucinare e che ricorrere ai cibi pronti sia assolutamente necessario pena tempi lunghissimi di preparazione e la probabilità di un risultato incerto. Non è vero! Con questa ricetta vedrete come sarà semplice  e veloce preparare degli ottimi crackers integrali di farro da abbinare ad un fresco ed estivo hummus di lupini.

Hummus di Lupini & Crackers di semi di Lino
Ingredienti
Crackers
  • 120 gr di farina di farro integrale
  • 2 cucchiai di farina di canapa
  • 2 cucchiai di semi di canapa decorticati
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo tostati
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 120 ml di acqua
Hummus
  • 200 gr di lupini sgusciati
  • il succo di mezzo limone
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 5/6 foglie di basilico fresco

Preparazione
Crackers
  • In una ciotola capiente unire tutti gli ingredienti secchi e mischiare bene. Aggiungere l'acqua e impastare il tutto fino ad ottenere un panetto di pasta.
  • Stendere l'impasto con un mattarello.
  • Con un coppa pasta circolare (7,5 cm di diametro) ritagliare i crackers. Si otterranno circa 25 pezzi.
  • Disporli nella teglia con carta da forno e infornare per circa 20 minuti a 180°C. Girare i crackers a metà cottura.
Hummus
  • Mettere tutti gli ingredienti in un frullatore e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. Se necessario aggiungere un cucchiaio di acqua per facilitare l'operazione.


15.6.14

Plantain Chips


Is there a tasty yet healthy comfort food to munch while watching a good movie on TV? I think so! I recently discovered the plantain tree and you can use its fruit to make great healthy homemade chips.

Plantain Chips
Ingredients
  • Plantains
  • Extra Virgin Olive Oil
  • Sea Salt
Preparazione
  • Peel the plantains and cut into thin round slices (about 0,4-0,7 inches) 
  • Put the slices in water with a little salt for about half an hour. 
  • Drain well and place in a large bowl. Add olive oil, salt and mix well. 
  • In a baking pan lined with parchment paper, arrange the slices next to each other and bake at 350° F for about 20 minutes. About halfway through cooking, turn the slices on the other side, in order to obtain a uniform browning. 
  • Serve warm or cold.
Special Thanks to Elena La Rocca for the bowl stand made in grès porcelain.
    Esiste un comfort food sano e gustoso da sgranocchiare davanti alla tv guardando un bel film? Direi proprio di sì! Ho da poco scoperto il platano e con questo frutto tropicale si possono fare delle ottime patatine cotte al forno ideali per concedersi uno snack sano fatto in casa.

    Patatine di Platano
    Ingredienti
    • Platani
    • Olio extra vergine di oliva
    • Sale
    Preparazione
    • Sbucciare il platano, e tagliarlo a fettine circolari sottili (circa 1-2 cm)
    • Mettere le fettine a bagno in acqua con un po' di sale per circa mezz'ora.
    • Togliere le fettine di platano dall'acqua, scolarle bene e metterle in una ciotola capiente. Aggiungere l'olio di oliva, il sale e mescolare bene.
    • In una teglia rivestita con carta da forno disporre le fettine una accanto all'altra e infornare a 180°C per circa 20 minuti. A circa metà cottura girare le fettine, in modo da ottenere una doratura omogenea.
    • Servire tiepide o fredde.
    Ciotola in porcellana grès fatta a mano da Elena La Rocca.


    25.5.14

    Raw Lime Mini Cakes


    Here's an easy to prepare raw treat that perfectly goes along these first sunny days that I always feel like a first taste of a long-awaited summer. The taste of lime and the sweetness of the cream gives this recipe a fresh and summery flavour.

    Raw Lime Mini Cakes
    Ingredients
    crust
    • 1 cup macadamia nuts
    • 1/2 cup dried shredded coconut
    • 1/2 cup sprouted buckwheat, dried
    • 1/8 teaspoon sea salt
    • 6 soft medjool dates, pitted and choppped
    • 2 tablespoons maple syrup
    filling
    • 1 1/2 avocado
    • 1 1/2 soaked cashew (at least 5 hours)
    • 1/4 cup lime juice
    • 2 tablespoons organic lime zest
    • 1/3 cup maple syrup
    • 1/4 teaspoon sea salt
    • 1 teaspoon vanilla powder
    • 1/4 cup raw coconut oil (warmed to liquid)
    Preparation
    • For the crust combine all ingredients in a food processor and mix into a dough.
    • Press the dough to the bottom of six small springform of approximately 3 inches and place in the freezer while you prepare the filling.
    • For the filling combine all ingredients in a food processor and mix until smooth. Scoop onto the crust, and place in the freezer to firm up for about two hours.
    A special thank to Elena for the plate and the cake stand made in grès porcelain she made specifically for this blog. Thanks! :)

























    ///

    Ecco un dolce raw semplicissimo da preparare e perfetto per accompagnare questi primi giorni di caldo e sole che anticipano, almeno per me, la tanto attesa estate. E' un dolce fresco ed estivo grazie all'utilizzo del lime che si sposa perfettamente con la dolcezza della crema.


    Raw Lime Mini Cake
    Ingredienti
    per la base
    • 150 gr di noci macadamia
    • 75 gr di cocco in scaglie
    • 80 gr di grano saraceno (lasciato in ammollo per 2 ore quindi essiccato per 12 ore)
    • un pizzico di sale
    • 6 datteri medjool
    • 2 cucchiai di sciroppo d'acero
    per la crema
    • 2 avocado
    • 200 gr di anacardi (lasciati in ammollo per almeno 5 ore)
    • il succo di due lime
    • buccia grattugiata di due lime
    • 80 ml di sciroppo d'acero
    • un quarto di cucchiaino di sale
    • un cucchiaino di polvere di vaniglia
    • 1/4 cup di olio di cocco
    Preparation
    • Per la base unire tutti gli ingredienti in un robot da cucina fino a quando il composto non risulterà omogeneo e simile a un impasto.
    • Dividere in sei porzioni e schiacciare bene in sei formine di circa 7 centimetri di diametro. Lasciare indurire in freezer mentre si prepara la crema.
    • Per la crema, unire tutti gli ingredienti in un robot da cucina fino a quando il composto non risulterà cremoso. Versare la crema sulle sei basi e lasciar indurire nel freezer per circa due ore.


    Ringrazio Elena per la bellissima alzatina e il piatto in grès che che ha realizzato a mano apposta per il blog. Grazie! :)






    3.4.14

    Raw Pistacho Baklava


    Today I'm going to show you a particularly rich treat from the traditional Arabic and Balkan cuisine. It's called baklava and it's originally made of phyllo dough, butter, honey, pistachios and other nuts. 
    The raw version is much lighter and simpler than the traditional version but managed to keep the original taste intact. Whether you've already tried it or not, this version will surely win you out.

    Raw Pistachio Baklava
    Ingredients
    for phyllo dough
    • 1 1/2  cup soaked cashews (at least 6 hours)
    • 2 tablespoons lemon juice
    • 1/4 teaspoon sea salt
    • 2 tablespoons maple syrup
    • 1/2 cup water
    • 1 teaspoon powder vanilla
    for pistachio filling
    • 1 1/2 cup pistachios
    • 1/4 teaspoon salt 
    • 4 tablespoons maple syrup
    • 1 tablespoon lemon juice
    • 1/4 teaspoon clove powder
    Preparation
    • For the phyllo dough, blend all ingredients until smooth and creamy. Then pour on dehydrator sheet, and carefully spread around with a spatula until mixture covers most of the sheet in a thin, consistent layer. Dehydrate at 115 F°degrees for a full 12 hours. The sheet should not be fully dry: you want it to be soft enough to cut it while avoiding the risk of having it crumble apart.
    • For the pistachio filling, lightly process the pistachios, salt, and spices first. Add the rest of the ingredients and continue processing until mixture is consistent and pistachios are still slightly chunky.
    • Carefully cut the dehydrated phyllo dough into 4 sheets of the same size, then divide the pistachio filling into 3 portions of approximately the same size. Put one sheet of phyllo dough as the bottom layer, then take one of the three portions of the filling and spread it gently (it's easier by hand) on top of it. Continue putting another layer of phyllo dough and alternate the phyllo dough and the pistachio filling until you run out of both. Now, with a sharp serrated knife, carefully cut into 8 rectangular pieces of the same size.
    ///

    Oggi vi propongo un dolce tipico della cucina araba e balcanica particolarmente ricco e goloso, composto da strati di pasta fillo con burro, zucchero e miele alternati a pistacchi o altri tipi di frutta secca.  La versione cruda è sicuramente più leggera e semplice pur riuscendo a mantenere il sapore originale. Se avete già mangiato questo dolce o se non l'avete mai provato prima, questa versione cruda vi conquisterà sicuramente.

    Baklava crudo al pistacchio 
    Ingredienti
    per la pasta fillo
    • 220 gr di anacardi (ammollati per almeno 6 ore)
    • 2 cucchiai di succo di limone
    • un pizzico di sale
    • 2 cucchiai di sciroppo d'acero
    • 120 ml di acqua
    • 1 cucchiaino di polvere di vaniglia
    per il ripieno di pistacchi
    • 185 gr di pistacchi crudi
    • un pizzico di sale
    • 4 cucchiai di sciroppo d'acero
    • un cucchiaio di succo di limone
    • un pizzico di polvere di chiodi di garofano 

    Preparazione
    • Per la pasta fillo, mescolare tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto cremoso. Mettere il composto su un foglio di carta da forno e allargare con una spatola fino a coprire la maggior parte del ripiano con uno strato sottile ma uniforme. Essiccare per 12 ore a 45 C°. Per evitare il rischio che al momento del taglio il foglio di pasta si sbricioli, è utile verificare che non sia completamente asciutto.
    • Per il ripieno di pistacchio, tritare leggermente i pistacchi, il sale e i chiodi di garofano. Aggiungere il resto degli ingredienti e continuare a tritare fino alla formazione di un composto non troppo omogeneo, con pezzi di pistacchio ancora visibili.
    • Con molta attenzione, tagliare il foglio di pasta fillo in 4 fogli delle stesse dimensioni e dividere il ripieno di pistacchi in 3 porzioni uguali tra loro. Mettere un foglio di pasta fillo come base, aggiungere sopra una porzione di ripieno di pistacchi e allargare fino ad occupare tutto lo spazio del foglio (è più facile se si usano le mani!). Continuare così, alternando fogli di fillo e ripieno fino alla fine del composto. Con un coltello, tagliare il dolce in 8 pezzi più piccoli della stessa grandezza.




















    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...